BANDA GIOVANILE REGIONALE ANBIMA FVG

Abbiamo voluto chiudere il nostro CD con un segno di speranza per il futuro affidando l’ultima “parola” ai giovanissimi della Banda Giovanile ANBIMA Friuli Venezia Giulia […] nella mai sopita speranza che si dia finalmente alla musica il posto che le compete nella scuola e nella società.

Con queste parole Amadeus – il mensile della grande musica conclude la presentazione dell’edizione speciale per il n° 300 della rivista. Parole che stupiscono se dedicate a un progetto didattico che ha saputo attirare l’attenzione della più importante rivista musicale italiana, e che possono ben riassumere ciò che è la Banda Giovanile Regionale, nata nel 2006 dalla lungimirante iniziativa del Maestro Marco Somadossi, sostenuta con determinazione e convinzione dall’ANBIMA Regionale del FVG.

Da allora il progetto si è sviluppato, si è meglio definito e ha portato l’ensemble a centrare sempre più l’attenzione sulla capacità di suonare insieme diventando una sorta di laboratorio musicale in cui il singolo si confronta, prova, si misura con l’altro, mette in comune le capacità individuali per raccogliere un entusiasmante risultato di gruppo.

Il percorso della Banda Giovanile Regionale ANBIMA FVG si è distinto fin dal suo inizio per essersi spinto oltre il consueto, intraprendendo collaborazioni e attività spesso precluse a questo genere di formazione. Riecheggiano ancora nell’aria il concerto tenutosi il 28 dicembre 2008 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, in cui la Banda ha affiancato la voce unica dell’artista Antonella Ruggiero, quello del 31 agosto 2014 presso la Casa dello Spettacolo di Venezia in occasione della 71° Mostra del Cinema e quello del 5 settembre 2015 presso il Sacrario Militare di Redipuglia, in occasione del centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale.

 

Il percorso musicale proposto nei concerti della Banda è frutto di una raffinata e attenta scelta di brani con l’intento di valorizzare da un lato la grande ricchezza musicale contemporanea del patrimonio nazionale e internazionale e dall’altro di mettere in pratica le indicazioni ricevute dai compositori e direttori stessi durante gli stage.

Ad oggi la Banda vanta ben quattro incisioni, tre delle quali per la casa editrice Scomegna: “White Castle” (2010), “Spring Tour” (2012) e “Grow up!” (2015). Queste registrazioni sono uno dei primi esempi in assoluto di musica per banda giovanile incisa da una formazione di questo genere.

Nel 2011 invece, la Banda Giovanile Regionale ANBIMA FVG ha partecipato alla realizzazione di “1861-2011 Italia 150”. Nel CD allegato erano contenute riletture e trascrizioni dei canti della Patria, ad opera di alcuni dei più apprezzati nomi della musica colta in Italia. I giovani musicisti friulani hanno in questa sede collaborato con professionisti della levatura di Luca Fanfoni (considerato uno fra i violinisti italiani di maggior spicco), Enrico Maria Baroni (primo clarinetto dell’Orchestra della RAI di Torino) e Marco Pierobon (già Prima Tromba dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia e della Chicago Symphony Orchestra): oltre a due elaborazioni appositamente preparate dal Maestro Marco Somadossi (“Sinfonia da Luisa Miller” di Verdi e “Viva San Giusto”), hanno registrato “Ninna Nanna agli Eroi”, una composizione di Paolo Ugoletti ispirata all’Inno di Garibaldi.

Durante l’attività ordinaria della Banda, i ragazzi seguono gli stages formativi (con Andrè Waignein, Stephen Melillo, Jo Conjaerts, Marco Tamanini, Stefano Gatta, Maurizio Managò, Miro Saje, Miguel Entchegoncelay, Giovanni Bruni e nel 2015 con Armando Saldarini) e i campus estivi con l’intento di acquisire tecniche e metodologie che affinino il loro “suonare insieme” senza tralasciare, al contempo, l’occasione di poter vivere importanti esperienze umane che rinsaldano amicizie e contribuiscono a sentirsi “gruppo” in musica.